lavare i capelli ai bambini

Lavare i capelli ai bambini, che siano neonati o più grandicelli, è un’impresa che, almeno agli inizi, spaventa le neo mamme e i neo papà. Sia perchè per i neonati è una sensazione nuova che li può agitare, sia perchè alcuni bambini più grandicelli non amano il contatto con l’acqua sulla testa.

Per facilitare questa pratica abbiamo pensato di fornirvi per prime alcune indicazioni generali, che possono essere preziose sia per i neonati sia per i bimbi più grandi, e poi alcuni consigli specifici.

LAVARE I CAPELLI AI BAMBINI- CONSIGLI GENERALI

  • Utilizzate solamente acqua tiepida: meglio controllarla con attenzione prima di iniziare a lavare i capelli ai bambini. Se scotta o se è troppo fredda, anche solo al primo impatto, provocherà un pianto sicuro e una facile irritazione dei vostri piccoli.
  • Non scegliete di lavare i capelli ai bambini quando siete di corsa: non è un’operazione che ha bisogno di molto tempo, bastano pochi minuti, ma vanno seguite una serie di attenzioni ( prima fra tutte, non far andare l’acqua negli occhi) che richiedono un pochino di pazienza.
  • Utilizzate shampoo adatti: questo è un suggerimento molto importante perchè, in primis i neonati ma anche i bimbi più grandicelli, hanno un cuoio capelluto molto sensibile che gode di un equilibrio piuttosto fragile. Ecco perchè, per lavare i capelli ai bambini, devono essere utilizzati prodotti specifici che abbiano queste caratteristiche: shampoo anti lacrima, privi di sostanze che bruciano a contatto con gli occhi; shampoo con un ph basso; shampoo con ingredienti naturali, profumazioni delicate e comunque sempre non aggressivi, formulati per minimizzare il rischio di allergie.

LAVARE I CAPELLI AI BAMBINI- ECCO COME FARE CON I NEONATI

In questo caso ci sono due scuole di pensiero. Chi preferisce lavare i capelli ai neonati all’interno della vaschetta da bagno, chi preferisce farlo stendendoli su un asciugamano morbido.

Se preferite la seconda opzione, ricordatevi di avvolgere il collo del bambino con un asciugamano che eviti di bagnare i vestitini. A questo punto dovete inclinare il vostro pargoletto, sorreggergli la testa e bagnare il capo con dell’acqua che potete rovesciare molto delicatamente con un bicchiere o una tazza. Fate in modo che non risulti in posizione ” seduta”, altrimenti l’acqua cadrà facilmente negli occhi. Cosa da evitare con molta attenzione. A questo punto, con le mani, applicate un pochino di shampoo e massaggiate delicatamente: mai sfregare, soprattutto in corrispondenza delle fontanelle. Sciacquate usando ancora una volta la tazza e asciugate subito la testa del bimbo tamponandola con un asciugamano. Per fare in modo che i capelli si asciughino velocemente potete pettinarli con delle spazzoline apposite: le setole naturali di questi accessori regalano un massaggio che i neonati adorano.

Se invece preferite l’opzione della vaschetta, i consigli non cambiano sostanzialmente: potete usare le stesse accortezze descritte sopra, ricordandovi però di lavare i capelli solo alla fine del bagnetto, in modo che il vostro bimbo non patisca il freddo.

Un’ultima considerazione. Lavare i capelli ai bambini neonati si può fare anche più volte alla settimana: se decidete di farlo frequentemente però assicuratevi di usare, ogni volta, una piccola quantità di shampoo.

LAVARE I CAPELLI AI BAMBINI- QUALCHE TRUCCO PER NON FARLI PIANGERE

Lavare i capelli ai bambini più grandi non è tanto un problema di agilità: infatti, non dovete sorreggerli e potete farlo mentre sguazzano nella loro vaschetta. Spesso è un problema di serenità: molti bimbi detestano avere l’acqua che scorre in testa.

Fermo restando quindi i consigli generali, c’è un trucco che andrà bene a tutte le famiglie. Trasformate lo shampoo in un gioco: verso la fine del bagnetto, date ai vostri bimbi un secchiello e fate versare a loro l’acqua tiepida sulla testolina, spiegando che devono inclinare il capo. In questo modo si divertiranno a farlo e rifarlo, e potranno anche massaggiare la testa da soli con un pochino di shampoo delicato che gli avrete messo sulla mano. Potete anche promettere loro che, al termine del bagnetto, potranno farsi belli come gli adulti e pettinarsi da soli ( usate sempre spazzole e pettinini per bambini, con i bordi arrotondati) . All’inizio il vostro cucciolo “spaciugherà” un pò: ma il rischio pianti e crisi isteriche sarà scongiurato!