nonni

Se non ci fossero, bisognerebbe inventarli.

Lode a chi ci ha dato i nonni, fonte incredibile di affetto e supporto preziosissimo. Soprattutto per i genitori che nei nonni trovano un alleato insostituibile nella crescita, nell’educazione e nell’assistenza dei nostri bambini. E non sono mica pochi: l’87% delle nonne e l’83% dei nonni* si occupano dei nipoti più piccoli quando i genitori lavorano, sono in vacanza o in caso di emergenze.

Visto che il prossimo 2 ottobre sarà la loro festa, abbiamo voluto soffermarci sulla loro figura e sul rapporto che i nonni hanno con i loro nipotini.

Partendo da qui. Vi siete mai chiesti perché i nonni vanno così d’accorso con i bambini? In fondo non conoscono il linguaggio di giochi, videogiochi, per non parlare poi degli smartphone. Eppure, i bambini li adorano. Pensateci bene: i nonni non hanno rivali in fatto di sensibilità, ma anche nella capacità di dilatare gli attimi e di farli diventare grandi ricordi. A differenza dei genitori, alle prese con i doveri di una vita lavorativa e casalinga, i nonni hanno un grande dono: non hanno fretta. E per questo si sintonizzano facilmente con i bambini.

Certo, direte voi, condividere l’educazione con i genitori ( o suoceri), non è sempre facile. Verissimo. Ma l’amore che i nonni possono dare ai loro nipoti non può essere paragonabile con l’affetto che i piccoli possono ricevere da seppur ottime tate o maestre d’asilo. E questo fa mandare giù ai genitori anche piccole incomprensioni.

In fondo non è più come decenni fa quando i nonni ce li si “trovava” in casa. Oggi solo il 7% dei nonni convive con i nipoti, mentre il 68% dei nonni e nipoti vivono nello stesso comune. E continuando con le percentuali,   il 9% dei nonni contribuisce alle spese economiche dei loro nipotini e il 17% svolge anche funzioni domestiche*.

E sul rapporto nonni- nipoti interviene anche un esperto: “Per i bambini- spiega lo psichiatra Michele Cucchi per Italia Salute- il tempo dedicato ai nonni è magico, in quanto non vivono la dimensione della regola ma la percezione dell’amore. I nonni infatti hanno solo bisogno di amare e basta, di riversare sui piccoli tutto l’affetto di cui sono ancora capaci. Una relazione che conferisce loro un ruolo ma che insegna anche una forma di amore libero.”

Quindi, per i piccoli che vogliono ricambiare l’amore dei nonni nel giorno della loro festa: perché non regalare l’emozione di una filastrocca dedicata a tutti loro?

Noi ve ne offriamo una.

FILASTROCCA PER IL NONNO SPECIALE

C’è un amico assai speciale

Con cui gioco niente male

Con lui scherzo, parlo, rido

E felice a lui m’affido

Se ho i compiti da fare

E se invece vo’ a giocare

Non importa, sai perché?

Lui è sempre accanto  a me!

Che sia giorno, notte o sera,

alba, inverno o primavera

che sia estate oppure autunno

io sto bene con il nonno!

( filastrocca di Jolanda Restano)

*Stime riportate dal quotidiano La Repubblica