occhi bambino

Il 60% dei bambini fra i 2 e i 6 anni non ha mai usato gli occhiali da sole. Un dato che sorprende? Forse. Eppure la vista dei bambini va protetta con particolare attenzione.

La stagione estiva, specialmente, è quella che può danneggiare maggiormente gli occhi dei nostri piccoli: alcune condizioni, infatti, possono rivelarsi particolarmente dannose. Il mare e la montagna diventano superfici riflettenti che possono moltiplicare in maniera sensibile la percentuale di UV. Gli occhiali da sole per bambini, dunque, non sono un mero accessorio quanto un utile alleato contro i raggi ultravioletti.

Lo spiega bene l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (IAPB ): “Uno dei problemi più comuni è legato all’esposizione in luoghi con molto riverbero (spiaggia o piste da sci), dove si può essere vittima della cheratocongiuntivite attinica, un’infiammazione acuta che colpisce sia la congiuntiva sia la cornea, con sintomi quali lacrimazione, dolore, gonfiore alle palpebre, sensazione di sabbia negli occhi, vista annebbiata o ridotta.”.

Come fare dunque per proteggere la vista dei più piccoli, specialmente d’estate?

OCCHI BAMBINO- PROTEGGERLI CON ACCESSORI CONFORMI

Acquistare gli occhiali da sole anche per i nostri bambini è quindi davvero utile, ma bisogna farlo presentando attenzione: bisogna infatti verificare che siano occhiali a norma di legge ( ecco perchè è meglio evitare di affidarsi agli ambulanti) e farli indossare ai piccoli soprattutto quando il sole è forte (tanto più se c’è riverbero sulla superficie del mare); A proposito degli occhiali conformi, i rivenditori dovrebbero essere in grado di fornire le seguenti caratteristiche:

– la presenza della marcatura CE sulla montatura;
– che ci sia la nota tecnica informativa e il riferimento della norma europea UNI EN 1836 (o solo EN 1836);
– l’identificazione del fabbricante o del fornitore;
– il numero della categoria del filtro solare della lente (da 0 a 4);
– il tipo di filtro (es. fotocromatico, ecc.).

OCCHI BAMBINO- CONSIGLI DA SPIAGGIA

E’ importante proteggere la vista con occhiali adatti al contesto in cui ci troviamo: se i nostri bimbi sono perennemente in spiaggia, meglio preferire occhiali ampi ( sopra il sopracciglio), controllando che la montatura sia ben aderente alla radice del naso. Usarli assieme a un cappello con visiera garantisce inoltre un migliore effetto protettivo, così come stendere la crema protettiva anche attorno agli occhi. Importante sapere inoltre che gli occhi devono essere protetti anche in mare o in piscina: se i vostri piccoli hanno occhi particolarmente sensibili o se soffrono di irritazioni oculari, ricordarsi di portare maschera subacquea e occhialini da piscina e di invitare i bimbi ad utilizzarli prima di immergersi. Basta mettere la cosa sotto forma di gioco e difficilmente i piccoli nuotatori faranno resistenza.

OCCHI BAMBINO- LA PROTEZIONE INIZIA A TAVOLA

Anche l’alimentazione ha il suo ruolo nel difendere la vista dei piccoli: il consiglio degli esperti è quello di bere abbondantemente non solo per evitare la disidratazione dell’intero organismo, ma anche per dare un corretto apporto idrico al corpo vitreo ( ovvero il gel che riempie il bulbo oculare). Una dieta ricca di vitamine (contenute nella frutta e nella verdura) e di omega-3 (che si trovano soprattutto nel pesce) aiuterà i nostri bimbi ( e non solo) a proteggere la zona centrale della retina, la macula, più sensibile e fondamentale per la visione centrale.