vaccini

Vaccini per bambini: un caos totale.

Soprattutto da quando, nelle ultime settimane, è circolata ( sulla Rete ma anche fra alcune Regioni italiane) la proposta di vietare l’ingresso a scuola ai bambini non vaccinati.

Facciamo il punto, per amore di chiarezza.

Ad oggi, esiste effettivamente una legge che obbliga i genitori a vaccinare i più piccoli per quattro patologie: difterite, tetano, poliomelite ed epatite B.

Esiste un obbligo dunque, ma non esistono ( o quanto meno non ancora) sanzioni per le famiglie che non si adeguano ai vaccini obbligatori. Infatti, come ha spiegato in più occasioni il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, la proposta di vietare l’iscrizione a scuola ai bimbi non immunizzati non è stata accolta. Anche perchè, per poter effettivamente adottare questo provvedimento, bisognerebbe mettere in discussione il diritto allo studio sancito dalla Costituzione. Questione che richiederebbe un passaggio di legge in Parlamento, senza che le Regioni possano decidere autonomamente sulla questione.

La proposta di vietare l’ingresso a scuola per i bambini non vaccinati deriva soprattutto da un dato allarmante: i piccoli vaccinati sono sempre meno. La riduzione delle coperture vaccinali negli ultimi cinque anni ha riguardato 147.456 bambini ( dati SIP, Società Italiana Pediatria) non immunizzati con un ciclo completo di esavalente (che comprende polio, difterite, epatite B, tetano, pertosse, Hemophilus influenzae). E’ come aver perso una fetta di popolazione grande come il comune di Rimini. Quanto ai vaccini facoltativi, di male in peggio: la SIP sostiene che negli ultimi cinque anni siano stati 358.000 i bambini non immunizzati per morbillo, parotite e rosolia.

Ecco dunque che i pediatri hanno voluto stilare una lista dei falsi miti che circolano attorno ai vaccini:

  1. I vaccini contengono ingredienti e additivi pericolosi;
  2. I profitti dei vaccini sono abnormi, ecco perché si vuole vaccinare a ogni costo;
  3. I vaccini non sono efficaci, non proteggono il 100% dei vaccinati;
  4. Le malattie infettive stavano già scomparendo prima dell’introduzione dei vaccini;
  5. I vaccini causano l’autismo;
  6. Tutte le persone vaccinate contro l’influenza la prendono lo stesso;
  7. I vaccini sono inutili, le malattie infettive sono state debellate dai miglioramenti della qualità della vita;
  8. I vaccini hanno effetti collaterali gravi, anche a distanza di anni: molti sono ancora sconosciuti e i nostri figli si ammaleranno tra decine di anni;
  9. La maggior parte delle malattie prevenibili con le vaccinazioni sono scomparse o quasi: perché dovrei vaccinare mio figlio inutilmente?
  10. Tanti vaccini somministrati in un’unica puntura sono dannosi;
  11. Troppi vaccini possono sopraffare e indebolire il sistema immunitario, soprattutto nei bambini più piccoli;
  12. L’infezione naturale è meglio della vaccinazione. Prima del vaccino tutti facevano il morbillo o la rosolia e nessuno è mai morto per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *