insonnia in gravidanza

Insonnia in gravidanza: alzi la mano chi, durante la dolce attesa, non ne ha mai sofferto.

Fanno presto amiche e amici a dire “ Riposati”. Poi però, a fare i conti con il sonno che non arriva, ci siete voi. Più o meno tutte le notti.

Ma per quale motivo proprio non si riesce a dormire? Le ragioni principali sono legate a cambiamenti fisici, ormonali ma anche dello stato emotivo.

Se nel primo trimestre la causa dell’insonnia in gravidanza è soprattutto dovuta a cambiamenti ormonali e disturbi gastrici ( le tanto odiate nausee), nel secondo e terzo trimestre è soprattutto una questione fisica: il pancione cresce ( addio alle sane dormite a pancia in giù), l’utero anche, finendo per comprimere gli organi vicini. Ciò causa sia un leggero senso di oppressione sia un bisogno continuo di fare la pipì anche di notte. Mettiamoci anche qualche movimento fetale ( certi bimbi adorano muoversi di notte), una buona dose di preoccupazione soprattutto per le donne più ansiose e…addio riposo.

Eppure qualche trucchetto per combattere l’insonnia in gravidanza c’è.  Vediamolo insieme.

  • Scovate qualcosa che vi rilassi prima di andare a dormire. Sì, stiamo proprio parlando di un’abitudine. Ve ne suggeriamo alcune: leggere un libro ( si sa che spesso concilia il sonno),  ascoltare musica rilassante con luci soffuse, fare un bagno caldo magari con qualche olio essenziale rilassante oppure un semplice pediluvio. Trovata l’attività che più vi rilassa, fatene un rituale da seguire prima di andare a nanna.
  • E’ vero che bisogna riposarsi. Ma, se volete combattere l’insonnia in gravidanza, non esagerate con i pisolini pomeridiani. Sconsigliati quelli dopo le 16. Piuttosto andate a dormire prima la sera. Inoltre rispettate degli orari precisi durante la giornata: sveglia e nanna, più o meno, sempre alla stessa ora per non sfasare ritmi e abitudini.
  • Ottimo rimedio per aggirare l’insonnia in gravidanza è fare attività fisica. Moderata, naturalmente. Stiamo parlando di ginnastica dolce, di una passeggiata, di un po’ di pilates, perché no. Fare movimento ( dolce) vi aiuterà ad affaticarvi e a prendere sonno più facilmente.
  • Abituatevi a nuove posizioni per il sonno: non potrete mai dire addio all’insonnia in gravidanza se non abbandonate, in anticipo, la posizione a pancia in giù. Praticamente impossibile e sconsigliatissima. Sforzatevi di dormire su un fianco: questo evita la compressione degli organi e il conseguente senso di oppressione.
  • Non  rimanete incollate al computer o ai telefonini fino a pochi istanti prima di andare a dormire: la luce degli schermi può essere una delle cause dell’insonnia in gravidanza. Anzi dell’insonnia sempre!
  • Se il periodo della gravidanza coincide con il periodo con cui dovete cambiare o acquistare il vostro materasso, cercate di trovare quello giusto anche per la dolce attesa. Evitate quelli particolarmente morbidi, che vi faranno stare scomodamente  “affossate” , ma anche quelli eccessivamente rigidi che vi daranno fastidio alla schiena. L’ideale sarebbe scegliere i materassi realizzati con un materiale che si adatta, senza perdere la forma, alla vostra silhouette.
  • Questione cibo. Per la cena evitate grandi abbuffate che vi appesantiscano. Preferite invece una cena leggera, escludendo bibite e bevande eccitanti o a base di caffeina. L’ideale sarebbe assumere alimenti che contengono il triptofano, un amminoacido che si converte in serotonina (dall’azione calmante) e melatonina (che regola i ritmi sonno-veglia): entrambe favoriscono il rilassamento del cervello. Il triptofano si trova in molti alimenti come ad esempio banane, noci e arachidi, avena, uova latte e in alcuni cairboidrati a base di farina integrale, legumi e pasta integrale. Fatevi sempre consigliare dal vostro medico.
  • Anche l’omeopatia, con erbe e sostanze naturali, viene in vostro soccorso. Ottimi per esempi gli infusi a base di camomilla, melissa o tiglio. Tutti elementi altamente rilassanti che, però, vanno presi sempre solo dopo aver chiesto consiglio al vostro ginecologo.