Halloween

Dolcetto o scherzetto? O, se preferite: trick or treat?

La notte più macabra di tutti i tempi si avvicina e i bambini sono pronti a divertirsi per una delle feste più amate dai piccoli.

L’origine della festa di Halloween non è così chiara anche se pare che gli americani si siano “intascati” la paternità senza ragioni: sembra infatti che la festa abbia antiche origini irlandesi, derivando dalla celebrazione Samhain, il capodanno celtico.

Ma, bando ai cenni storici, i più piccoli sono pronti a festeggiare.

Anche perché, pur trattandosi di una festa pagana, c’è da dare atto di una cosa alla festa di Halloween: non solo fa divertire i piccini, ma ha anche il merito di sdrammatizzare temi e soggetti che, solitamente, possono incutere timore. Qualche esempio? Streghe, fantasmi, mostri, insomma i personaggi che i vostri figli solitamente temono, grazie ad Halloween diventeranno personaggi simpatici. Anzi, amatissimi. Personaggi umani a cui è stato tolto l’alone di mistero e paura.

Ecco dunque che i genitori insieme ai bambini possono prendere la palla al balzo e organizzare una serata a tema. Come? Qualche dritta:

  • Scegliendo insieme una maschera a tema uguale per tutta la famiglia: si va dal classico fantasma alla strega spettinata, dallo scheletro alla fattucchiera con tanto di cappello a punta. Anche per i genitori, naturalmente: il bello di avere una famiglia paurosa!
  • Addobbando la casa. Non serve un granchè: basta una zucca e un po’ di fantasia. La zucca può essere facilmente trasformata in una lanterna ( bisogna svuotarla con un coltello e inciderla fino a formare occhi, naso e bocca. Ne esistono anche di pronte in commercio) con all’interno qualche lumino. E la casa è pronta ad essere una tana per streghe e fantasmi!
  • Cucinando qualche dolcetto pauroso. Un’idea? Dei semplici biscotti al cacao: basta aggiungere qualche zuccherino ( prima di infornare i biscotti) per formare occhi, bocca, naso e qualche bastoncino al cioccolato per fare le zampe. Ed ecco a voi dei biscotti a forma di ragno!
  • Radunando amici e compagni e facendo qualche giro fra vicini di casa: basta portare con sé un sacchettino, bussare alle porte degli amici e sorprenderli con la classica domanda. Dolcetto o scherzetto? E il bottino di caramelle aumenta!
  • Imparando una filastrocca da recitare ai genitori, ai nonni o, perché no, agli amici. Noi ve ne offriamo una davvero simpatica.

 

Halloween per i bambini

E’ una notte scura scura di fantasmi e pipistrelli,

una notte di paura da far torcere i budelli.

E’ una notte di terrore che risveglia ogni vampiro,

una notte di rumore da far togliere il respiro.

Ma chi avanza da lontano con in mano il suo cestino?

E’ una mummia, un brutto nano, è una strega o un assassino?

Ma guardate: son bambini ! Sono mostri mascherati:

chiedono dolci e pasticcini ai vicini un po’ allarmati.

Van bussando ad ogni porta e ridendo a crepapelle

fan scherzetti di ogni sorta per avere caramelle.

Halloween, festa pagana è però una buona cura :

i timori li allontana e fa scappare la paura!*

 

E buon Halloween a tutti!

*Filastrocca di Simona Maiozzi